fbpx
Se cerchi casa a Gallipoli e in Salento

Agevolazioni prima casa: quando si perdono a causa del cambio di residenza

  • 1 anno fa
  • 1

Quando vale l’agevolazione prima casa se l’abitazione si trova in un Comune diverso da quello di residenza? Ecco quanto precisato dalla Corte di Cassazione.

Secondo l’Ordinanza n. 7352 del 17 marzo 2020, per avere le agevolazioni prima casa in caso di immobile situato in un Comune diverso da quello in cui si risiede fa fede il trasferimento anagrafico entro i termini di legge. Infatti, il caso di un contribuente a cui l’Agenzia delle Entrate aveva revocato i benefici prima casa è motivato dal fatto che il contribuente non avesse trasferito la residenza nei termini prescritti, benché avesse addotto cause di forza maggiore che però non sono state accolte. Ragione per cui l’AdE, appellatasi in Cassazione dopo una prima decisione della Ctr favorevole al contribuente, ha visto accolto il proprio ricorso. Il contribuente ha così dovuto corrispondere la differenza degli importi della imposta di registro e delle imposte sul trasferimento più una sanzione del 30% e gli interessi di mora.

Quindi, si ricorda, la residenza va spostata nel nuovo immobile, quando questo non si trovi nel Comune dove l’acquirente ha già la residenza, entro i 18 mesi dall’acquisto per poter godere ugualmente dei benefici prima casa.

Partecipa alla discussione

Confronta gli annunci

Confrontare